Ricerca approfondita

Cerca contemporanei Cerca conterranei Stessa categoria

Biografia di Regina Vittoria del Regno Unito

Regina

Regina Vittoria del Regno Unito

Vittoria (Londra 1819 - Osborne, Isola di Wight 1901), regina del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda (1837-1901) e imperatrice delle Indie (1876-1901).

Figlia di Edoardo duca di Kent, quarto figlio di Giorgio III, e di Vittoria Maria Luisa di Sassonia-Coburgo-Saalfeld, Alexandrina Victoria, designata alla successione dallo zio Guglielmo IV, che non aveva figli, salý al trono a 18 anni, lasciandosi consigliare nelle faccende di stato dal primo ministro, Lord Melbourne, capo dell'ala del Partito whig in seguito trasformatosi nel Partito liberale. Nel 1840 Vittoria spos˛ Alberto, principe di Sassonia-Coburgo-Gotha. Anche se il matrimonio avvenne per ragioni di stato, fu un'unione felice, dalla quale nacquero nove figli: la primogenita fu Vittoria Adelaide Maria Luisa, pi¨ tardi imperatrice di Germania, mentre il primo maschio fu Alberto Edoardo, che salý al trono con il nome di Edoardo VII.

Le posizioni conservatrici del principe Alberto influenzarono le idee politiche della regina; i suoi iniziali entusiasmi per il Partito whig si raffreddarono e dopo il 1841, quando il governo Melbourne cadde, Vittoria divenne una fervente sostenitrice del Partito conservatore. Nello stesso periodo, cominci˛ a mettere in discussione la consuetudine che limitava il ruolo della monarchia a una funzione puramente consultiva, scontrandosi con la posizione pi¨ rigida e tradizionalista di Lord Palmerston, allora ministro degli Esteri. Il loro dissidio raggiunse l'apice nel 1851, quando il primo ministro, Lord Russell, cui erano sgraditi i metodi di Palmerston, lo destituý.




Nel 1861 Alberto (che nel 1857 aveva ricevuto il titolo di "principe consorte") morý, e la regina port˛ il lutto per il resto della sua vita. Evit˛ le apparizioni in pubblico, lasciando al figlio Edoardo il compito di presenziare alle cerimonie ufficiali, ma continu˛ a interessarsi personalmente e a fondo delle questioni di stato. Benjamin Disraeli, leader del Partito conservatore, e pi¨ volte primo ministro, riuscý a guadagnarsi la totale fiducia della regina: la sua politica, volta all'espansione e al consolidamento dell'impero britannico (vedi Imperi coloniali), ottenne sempre l'approvazione reale. Nel 1876, sulla base di una legge di Disraeli, Vittoria fu insignita del titolo di imperatrice delle Indie. Del tutto diversi furono invece i rapporti della sovrana con William E. Gladstone, leader del Partito liberale e primo ministro per quattro volte fra il 1868 e il 1894: la regina si dichiar˛ contraria a molte sue iniziative, fra cui la legalizzazione dei sindacati o la proposta di autonomia per l'Irlanda (vedi Home Rule).

Negli ultimi vent'anni di regno, la popolaritÓ di Vittoria presso tutte le classi sociali raggiunse i massimi livelli. Il sostegno della regina alla guerra boera (1899-1902) accrebbe ulteriormente il suo seguito sia in patria sia all'estero. Considerata un esempio di onestÓ, moralitÓ, patriottismo e dedizione alla famiglia, Vittoria fu il simbolo vivente della soliditÓ dell'impero britannico. Il suo regno, durato sessantatrÚ anni, fu il pi¨ lungo nella storia dell'Inghilterra: durante quella che pass˛ alla storia come "etÓ vittoriana" l'Inghilterra conobbe un periodo di prosperitÓ senza precedenti, del quale benefici˛ soprattutto la classe media.

Frasi Celebri di Regina Vittoria del Regno Unito

Bambini/Giovinezza:
Non provo avversione per i bimbi, anche se penso che quelli molto piccoli siano piuttosto disgustosi.

Cerca testi correlati a Regina Vittoria del Regno Unito su IBS.it
Data creazione biografia: 20 novembre 2005
Scarica questa biografia in PDF.

Modifica la biografia Vota il personaggio: Stampa questa pagina



Consulta altre ricerche interessanti...