Ricerca approfondita

Cerca contemporanei Cerca conterranei Stessa categoria

Biografia di Heinrich B÷ll

Premio Nobel per la letteratura nel 1972.

Heinrich B÷ll Ŕ nato a Colonia nel 1917. Nel 1972 ebbe il nobel. Morý a Bonn nel 1985. Tra i primi racconti si ricordano: Il treno era in orario (1949), Viandante se vieni a Spa... (1950), Il pane dei verdi anni ( 1955). Tra i primi romanzi, che conservano la struttura del racconto breve: Dov'eri, Adamo? (1951), E non disse nemmeno una parola (1953), Casa senza custode (1954). In queste sue prime cose B÷ll rappresent˛ con uno stile oggettivo, ricco di meticolose descrizioni ambientali, il disorientamento e l'amarezza dei giovani negli anni della guerra e dell'immediato dopoguerra. B÷ll si identificava fin dall'inizio con i sofferenti, gli oppressi, contrastando la mentalitÓ che si andava diffondendo in Germania negli anni '50. In Biliardo alle nove e mezza (1959) tent˛ di approfondire con tecniche narrative pi¨ sofisticate il quadro della realtÓ tedesca. L'uso di simboli rese pi¨ incisiva la contrapposizione tra le forze sociali e ideologiche. La denuncia di B÷ll investý poi i tipici aspetti del consumismo capitalistico: si veda il racconto Tutti i giorni Natale ( 1951). Sullo spietato conformismo dell'informazione di massa Ŕ la Raccolta di silenzi del dottor Murke (1955). E' una ricerca che culmin˛ nell'invenzione autobiografica di un personaggio sradicato e ribelle, che paga per gli altri ma fino all'ultimo li fustiga con una satira bruciante: Opinioni di un clown ( 1963), forse la sua cosa migliore. Nel romanzo Foto di gruppo con signora (1971), individu˛ il continuo conflitto tra chi vuole conservare la sua umanitÓ ingenua e la societÓ, la cui ipocrisia non tollera alcuna violazione delle convenzioni. Attraverso la vita della protagonista, Leni Gruyen, Ŕ la storia della Germania dall'etÓ guglielmina al secondo dopoguerra. Oltre alla storia personale di Leni, il narratore-testimone espone anche le vicende di tutti coloro, una cinquantina di persone, che hanno avuto a che fare con lei: conoscenti, amici e parenti. Cosý il fratello poeta Heinrich maggiore di lei di due anni che viene fucilato come disertore. Suor Rahel una biologa ebrea che ebbe grossa influenza sulla sua formazione giovanile. L'affarista Pelzer che sfrutta il nazismo per arricchirsi. Il padre Herbert che finirÓ in galera per sabotaggio dell'economia bellica. Di Leni, che all'inizio del romanzo ha 48 anni, e una pensione di vedova di guerra essendo stata sposata per tre giorni con il caporale Alois Pfeiffer che morý in guerra, si ricostruisce la giovinezza in un istituto di suore e poi in un collegio, fino alla maturitÓ segnata dal lavoro, prima nell'azienda paterna poi come fiorista in un'azienda che compone corone da morto. Lý ama riamata il russo Boris da cui avrÓ un figlio: fatto prigioniero dagli americani, morirÓ in un incidente minerario. Alla fine del romanzo Leni ha lasciato il lavoro e si occupa di tre bambini portoghesi, unita al netturbino turco Mehmet, da cui aspetta un figlio. Nel romanzo L'onore perduto di Katharina Blum (1974), storia vera di una donna la cui vita fu distrutta dalla stampa scandalistica, B÷ll pronunci˛ una requisitoria contro gli abusi della professione giornalistica. Dopo la morte sono state pubblicate una serie di inediti. Tra questi il romanzo diseguale L'angelo tacque ( 1993): scritto e consegnato nel 1950, fu respinto dalla casa editrice Opladener Verlag perchÚ si riteneva che il tema, la miseria dell'immediato dopoguerra, non interessasse pi¨ il pubblico tedesco. Il romanzo, che aveva avuto una difficile gestazione a causa delle condizioni economiche della famiglia di B÷ll, che per un certo tempo dovette rinunciare a scrivere, rimase negli archivi della casa editrice; B÷ll ne pubblic˛ solo stralci, riadattati in forma di racconti. B÷ll, che Ŕ stato narratore molto popolare, trova la sua misura migliore nello stile comico-grottesco. Il conferimento del nobel a lui signific˛ per la Germania il riaccoglimento nel 'consesso civile delle nazioni', come si diceva allora. Ma anche, da parte degli accademici svedesi, il premio a una narrativa di denuncia e di opposizione all'interno di una Germania fin troppo propensa a voler rimuovere i problemi (il nazismo, le difficoltÓ economiche, lo sfruttamento dell'industria ecc.) con le forme dell'autocensura sociale.

Frasi Celebri di Heinrich B÷ll

Genitori e Figli:
Il bisogno sembra essere l'unica possibilitÓ di comprensione tra genitori e figli.
Sogni/Fantasia:
Talvolta mi succede anche il contrario: che mi appare come irreale ci˛ che ho vissuto realmente.

Cerca testi correlati a Heinrich B÷ll su IBS.it
Data creazione biografia: 1 gennaio 1970
Scarica questa biografia in PDF.

Modifica la biografia Vota il personaggio: Stampa questa pagina



Consulta altre ricerche interessanti...