Ricerca approfondita

Cerca contemporanei Cerca conterranei Stessa categoria

Biografia di Emmanuel Levinas

Filosofo

Emmanuel Levinas

Emmanuel LÚvinas Ŕ nato a Kaunas (Lituania) nel 1905 da una famiglia ebrea e ha vissuto la rivoluzione russa in Ucraina. Nel 1923 si trasferisce in Francia a Strasburgo, dove inizia gli studi universitari, seguendo i corsi di Blondel e di Halbwachs. Nel 1928-1929 si reca a Friburgo, dove assiste alle ultime lezioni di Husserl e conosce Heidegger di cui rimase affascinato. L' " apprendistato della fenomenologia ", come egli lo ha definito, orienterÓ poi la sua ricerca personale. Dal 1930 fino alla guerra occupa diverse funzioni nella "╔cole normale israÚlite di Auteuil", che forma gli insegnanti dell'Alliance IsraÚlite Universelle e stringe amicizia con Henri Nerson, cui dedicherÓ il suo primo libro di scritti giudaici " Difficile LibertÚ ". Emmanuel LÚvinas rievoca spesso gli anni dei suoi studi universitari a Friburgo, dove si rec˛ prima che " Hitler diventasse Hitler ". Fa poi ritorno in Francia prima che Hitler salisse al potere, nel 1932. E in seguito, per giustificare il fatto che Heidegger si era compromesso con il nazismo, il filosofo francese adduce la genialitÓ del maestro tedesco. Prima della sua permanenza a Friburgo, in Francia, LÚvinas aveva conosciuto Jean-Paul Sartre di cui apprezzava il " pensiero audace e regolare ". La sua formazione filosofica inizia con Blondel che incarnava la " luminositÓ dello spirito francese ", la "clartÚ", l'ordine. Accanto all'incontro con Heidegger e Husserl, LÚvinas ricorda l'altro grande evento della sua vita: il rapporto con Monsieur Chouchani, un genio talmudico, che aveva il Talmud dentro, incarnato, vivente. Questo sapiente ebreo gli trasmette " il vigore intellettuale nella crudezza della potenza del Talmud " (ebraico: disciplina), raccolta di norme religiose e legali, Mishna, e di sentenze rabbiniche, Gemara. Ve ne sono due redazioni: quella di Babilonia e quella di Gerusalemme, e molti commenti. Il Talmud contiene, tra l'altro, il credo ebraico, di 13 articoli) . La sua tradizione familiare ebraica viene alimentata, dopo questo incontro decisivo, da un giudaismo vivente. Husserl viene descritto come splendido genio che rappresenta il filosofo tedesco tradizionale, legato a doppio filo con la fenomenologia. LÚvinas parla del suo incontro con Jacques DerridÓ, anche lui passato attraverso Heidegger e Husserl. Poi accenna alla sua lingua madre, il russo, che per˛ non ha utilizzato per le sue opere filosofiche che ha scritto in francese o in tedesco, infarcendole di riferimenti in greco e latino. Mobilitato nel 1939, viene fatto prigioniero e sarÓ liberato solo nel 1945. Nell' immediato dopoguerra riprende il suo posto all' "╔cole normale israÚlite", questa volta come direttore, e partecipa alle riunioni settimanali di Gabriel Marcel e al "CollŔge philosophique" di Jean Wahl, sotto la cui direzione prepara la tesi di Stato, pubblicata nel 1961 sotto il titolo di " TotalitÚ et infini " che gli apre le porte dell'insegnamento universitario. Nel 1957 inizia anche l'attivitÓ di lettura e commento del Talmud ai " Colloques des Intellectuels Juifs de Langue Franšaise ". Nel 1964 viene chiamato all'UniversitÓ di Poitiers, nel 1967 passa a Paris-Nanterre e nel 1973 alla Sorbonne. Muore nel 1995. Le due opere fondamentali di Levinas sono " TotalitÓ ed infinito " e " Altrimenti che essere o al di lÓ dell'essenza ". Da ricordare anche " Nomi propri ".Il tema dell'ebraismo viene svolto nelle " Quattro lettere talmudiche ". Un'utile lettura preliminare pu˛ essere " Dall'esistenza all'esistente ", in cui viene posto il legame con il pensiero di Husserl e di Heidegger.

Cerca testi correlati a Emmanuel Levinas su IBS.it
Data creazione biografia: 10 dicembre 2005
Scarica questa biografia in PDF.

Modifica la biografia Vota il personaggio: Stampa questa pagina



Consulta altre ricerche interessanti...